JoomlaLock.com All4Share.net

bike

La Maremma è da sempre terra di ciclisti: Professionisti, sportivi della domenica o, più in generale, amanti della bicicletta come mezzo di integrazione con la natura.

Il cicloturista da noi trova una semplice e naturale struttura geo-morfologica che lo aiuta nella scelta dell'itinerario, non solamente in base alle sue capacità atletiche, ma anche in relazione ai suoi interessi culturali.
In Maremma, pedalando si può scoprire oltre ogni dosso, dietro ogni curva, mille e più motivi per ritornare ed approfondire la conoscenza di questa nostra terra unica al mondo.
Tanti i percorsi a vostra disposizione per scoprire gli angoli nascosti e suggestivi della nostra terra ... sempre in contatto con la natura!!!

Circuito Marina di Pescia Romana - Capalbio - Manciano - Montemerano - Saturnia
PanoramicoPianuraNon segnalato su stradaAmatorialeMedia
Difficoltà:   2

Il circuito C9, si raccorda con il C1 e C8 a Marina di Pescia Romana ;  è una ciclovia a percorso misto di strade asfaltate a viabilità secondaria e strade bianche;

Partiti da Marina di Pescia Romana con le sue incontaminate spiagge ed i caratteristici casaletti in riva al mare, il percorso lascia la costa per inoltrarsi nell'entroterra dove si incontra Capalbio, caratteristico borgo medioevale, protetto da mura fortificate visitabili e munite di torri di avvistamento. Lasciato il Borgo medioevale, il circuito si snoda tra le colline toscane per arrivare a Manciano caratterizzato da una radicata cultura enogastronomica.

Prima di arrivare a Saturnia, dove un bagno rilassante nelle acque termali ripagherà delle fatiche della giornata, ci aspettano molti sali e scendi dai panorami mozzafiato che riportano ad antichi ricordi;  il percorso   poi passa attraverso piccoli borghi in pietra, tra cui Montemerano per poi  ritornare verso Manciano; scendendo poi verso  le pendici di Monte Aùto (C2) si ha la possibilità di scegliere se proseguire verso l'entroterra oppure tornare al mare.

In ebike alla scoperta dell'Etruria.   Escursioni con guida o noleggio ebike presso i nostri Point.   Prenota al 3317997678 o su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

cavallo

La Maremma è il luogo ideale dove trascorrere una vacanza all’insegna delle passeggiate e delle escursioni a cavallo : le campagne, le strade e i sentieri sono il luogo migliore per vivere un’esperienza di questo genere, facendo vivere ai fortunati viaggiatori, esperienze e sensazioni veramente uniche e particolari nel loro genere.

La Maremma è il luogo ideale dove trascorrere una vacanza all’insegna delle passeggiate e delle escursioni a cavallo : le campagne, le strade e i sentieri sono il luogo migliore per  vivere un’esperienza di questo genere, facendo vivere ai fortunati viaggiatori, esperienze e sensazioni veramente uniche e particolari nel loro genere.

La Maremma è una terra di grande bellezza ed incanto, capace di sorprendere i suoi visitatori con panorami e paesaggi capaci di togliere il fiato, per la forza della natura e le diversità ambientali che vi si trovano, montagne, colline, mare, pianure e laghi, che si uniscono in un unico sfondo paesaggistico di rara bellezza e meraviglia, capaci di sorprendere ed affascinare per la loro particolarità.

Scegliere di trascorrere una Vacanza a Cavallo in Maremma, potrà sicuramente rappresentare un’esperienza molto particolare ed unica nel suo genere, durante la quale avere la possibilità di vivere pienamente e completamente il fascino e lo spirito della terra della Maremma Toscana, la sua natura, l’attaccamento all’ambiente e lo spirito di accoglienza.

golf

L’Argentario Golf Club, che ospita vari tornei di golf tra i più importanti in Toscana e in Italia, vanta 18 buche panoramiche per un totale di 6.218 metri e par 71. Il percorso è certificato “Agri Cert” bio eco-compatibile e tutti i prodotti usati per la sua manutenzione sono totalmente naturali.

L’Argentario Golf Club, che ospita vari tornei di golf tra i più importanti in Toscana e in Italia, vanta 18 buche panoramiche per un totale di 6.218 metri e par 71. Il percorso è certificato “Agri Cert” bio eco-compatibile e tutti i prodotti usati per la sua manutenzione sono totalmente naturali.
Il campo da golf si trova in un’area naturale protetta a 5 minuti dalla Riserva Naturale Duna Feniglia e a 25 km dal Parco dell’Uccellina. La Laguna di Orbetello, il mare e i pendii di Monte Argentario offrono un panorama di straordinaria bellezza e creano un microclima che consente di giocare a golf in qualsiasi periodo dell’anno.
Il campo a 18 buche e il campo pratica, inaugurati nel 2006, sono stati realizzati dall’architetto David Mezzacane e dal giocatore professionista Baldovino Dassù, bandiera del golf italiano nel mondo. Le buche sono state poi modellate dallo specialista Brian Jorgensen: il risultato è un tracciato vario, spettacolare e tecnicamente molto valido.

Il campo da Golf del Tarquinia Country Club, è immerso nel verde di uno splendido centro residenziale denominato "Marina Velca", a soli 4 Km da Tarquinia, 15 km dal porto di Civitavecchia, a 65 km dall'areoporto di Fiumicino, a 90 km da Roma e a 45 Km da Viterbo nella Maremma Etrusca, terra ricca di tradizioni, arte e cultura.Il percorso situato nell'affascinante cornice di lecci, pini, eucaliptus ed altre essenze tipiche della vegetazione mediterranea, si snoda dolcemente su una collina la dove è possibile godere di un panorama a dir poco maestoso e suggestivo. Guardando ad Ovest dalla partenza della buca n°5, per esempio, possiamo vedere all'orizzonte il mare; spostando lo sguardo verso Est appaiono in tutto il loro splendore le torri medievali di Tarquinia, antica cittadina con il più bello ed importante museo della cultura e dell'arte etrusca; a Sud-Est i monti Cimini fanno da contorno alla vallata del fiume Marta. L'oasi golfistica ed il clima mite di Marina Velca, consente ai suoi giocatori di usufruire di 350 giorni di sole l'anno.

archeotrekking

E' una proposta allettante anche per gli escursionisti più esigenti, quella del Parco Naturalistico Archeologico di Vulci, per un trekkink lungo il canyon del fiume Fiora, con tanto di guadi e risalita del letto del fiume a tratti di natura lavica.

L'appuntamento con la guida è alla biglietteria del Parco: alle 9,30 si parte per una passeggiata di sette chilometri alla scoperta di incontaminati angoli della Maremma etrusca. Il percorso, di media difficoltà, si snoda lungo l'antica strada basolata della città etrusco-romana per poi inoltrarsi lungo il letto del Fiora, risalendo – nel pomeriggio - fino al maestoso Ponte della Badia. Si raccomandano abbigliamento adeguato e scarpe da trekking.

La prenotazione è obbligatoria allo 0766.89298.

Per Informazioni : www.vulci.it

kayak

È difficile raccontare tutto ciò che può offrire una discesa in kayak lungo le rive del fiume Fiora, possiamo solo dirvi che vi è un mondo affascinante da scoprire discendendo un fiume, un mondo fatto di paesaggi incantevoli, di testimonianze Archeologiche e di emozioni uniche...
Nel fiume, l’acqua scorrendo verso valle disegna un percorso che si snoda tra rapide e zone di acqua più tranquilla, decidendo in tal modo il ritmo della discesa. A noi con i nostri kayaks non resta che imparare ad entrare in sintonia con questo mondo magico...

Per Informazioni : MASA Kayak  Mobile 380.2501882

www.masakayak.it

terme

La sorgente delle Terme di Saturnia nasce in un cratere vulcanico e scorre lungo un ruscello naturale, detto il Gorello, per circa 500 metri, dove un dislivello crea una cascata che forma, a sua volta, una serie di piscine naturali scavate nella roccia.

Queste cascate si trovano in aperta campagna ma sono facili da raggiungere. Sulla strada che conduce al piccolo borgo, si apre un panorama che consente già in lontananza di ammirare questo luogo incantato, reso ancora più suggestivo, dalla nuvola di vapore che perennemente lo sovrasta. Le acque sulfuree sgorgano dal sottosuolo con una portata di 800 litri al secondo ed una temperatura costante di 37° centigradi. Esse erano conosciute già ai tempi degli Etruschi i quali avevano individuato nella sorgente virtù "miracolose". Successivamente, con la romanizzazione dell’area, si proseguì a trarre beneficio dalle Terme di Saturnia, attraverso la creazione di veri e propri edifici per lo sfruttamento terapeutico della sorgente; sono tutt’oggi visibili numerosi reperti a testimonianza dell’operato dei Romani. Nel Medioevo la particolarità di questo luogo, dovuta al vapore acqueo, al calore sprigionato e all'odore di zolfo, propiziarono molte leggende. Si narrava che il diavolo uscisse da qui quando lasciava gli inferi. Il territorio veniva descritto come un luogo in cui sgorgavano acque stregate, che andavano a depositarsi in pozze fumanti e bollenti, diffondendo nell'aria un acuto odore satanico. Le cronache del tempo ricordano convegni di maghi e di streghe, sortilegi e riti sabbatici. Dal punto di vista scientifico l’acqua di Saturnia è: “acqua minerale omeotermale sulfureo-carbonica, solfato-bicarbonato-alcalino terrosa” ed annovera tra le sue peculiarità la presenza di due gas disciolti quali l'idrogeno solforato e l'anidride carbonica. La composizione di quest'acqua racchiude il segreto della sua proprietà salutare efficace per la pelle, l'apparato respiratorio e muscolo-scheletrico.
Le Terme di Saturnia si trovano a circa 50 km di distanza da Pescia Romana.
Ad una distanza di poco superiore si trovano le Terme di Viterbo, tra cui le note “Terme dei Papi”.

butteri

Dal passato, quando nelle immense pianure si alternavano campi di grano a verdi pascoli, come una visione romantica e nostalgica di un’epoca dura ma dai contorni epici, arriva fino a noi la magica figura del buttero: l’uomo che con il suo cavallo, dall’alba al tramonto, attraversava pascoli, guadi e tratturi governando mandrie di vacche o bufale.

Tranne isolati casi, questa figura risulta scomparsa ormai da decenni. Ma non la cultura equestre che essa rappresenta: uomini che ancora oggi mantengono intatte le abitudini e le numerose tradizioni ad essa legate. Avere come guida un buttero di maremma può essere un modo unico di conoscere questo territorio.
La monta del buttero è infatti ideale per l’equitazione di campagna e il turismo equestre. Per questo motivo trovarsi a fianco ad uno di questi cowboy maremmani lungo remote località o ammirare i singolari spettacoli equestri a cui danno spesso vita potrebbe essere un’esperienza indimenticabile. Nel Parco naturalistico archeologico di Vulci o attraverso la fitta vegerazione del Parco dell’Uccellina, una passeggiata a cavallo con i butteri maremmani rinnoverà il vostro piacere di esplorare.

La verde Maremma!
Un deserto di bellezza colmo di sole – anche se un velo Sopra si distende di malinconica tristezza; Orma d'uomo non calpesta il regno della solitudine Il deserto in fiore risplende invano. (Felicia Hemans)

Galleria

Contattaci

Strada delle Graticciare, 7

01014 Pescia Romana VT

P: +39 348 4126589

E: info@lepracchiotto.it

Dove siamo sui social network

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare informato sulle nostre Offerte.